ViaggeroEuropaItaliaVenetoVeneziaCome muoversi

Venezia

Informazioni essenziali
Cosa visitare a Venezia

Come muoversi a Venezia

Muoversi a Venezia a piedi, in bici, in vaporetto

Il modo più bello e suggestivo per visitare Venezia è sicuramente girare tra le sue stradine a piedi. Perdersi nelle calli della laguna per sbucare nei pressi di un ponte o di uno scorcio particolarmente bello, è il modo migliore, per il turista, di vivere la città. Venezia non è molto grande e i luoghi d'interesse sono tutti raggiungibili a piedi.

Nei giorni d'acqua alta la città si può visitare comunque grazie alle passerelle poste nei percorsi principali e dalle quali si può osservare una Venezia ancora più caratteristica. Per non farvi spennare fra vaporetti, taxi e musei, vi consigliamo di acquistare la Venice Card di cui trovate tutte le informazioni nella pagina Informazioni pratiche su Venezia.

Muoversi a Venezia con i vaporetti

Durante la visita a Venezia non si può mancare una vista della città dal vaporetto, che collegano tutti i punti della città. I biglietti vanno acquistati sulla terraferma oppure, con un sovrapprezzo, direttamente sull'imbarcazione.

Ci sono diverse tariffe, basta individuare quella più conveniente in base alle proprie esigenze. Il servizio è gestito dall'ATCV, che si occupa dei trasporti pubblici in laguna. I biglietti si acquistano nelle tabaccherie, nelle edicole, nei bar e vanno obliterati prima di salire a bordo.

Le linee che interessano i turisti sono quelle chiamate "Centro Città" e che passanto nel Canal Grande e nel Canale della Giudecca. Collegano alcuni punti di accesso come il Tronchetto, Piazzale Roma e la Stazione ferroviaria, con la Venezia dei monumenti e dei musei. Il biglietto costa 6,50 € e si compra all'imbarco. Vale 60 minuti.

Muoversi a Venezia con i traghetti

Molti lo ignorano, ma a Venezia c'è una speci di Taxi collettivo in gondolaI (traghetto) che attraversa il Canal Grande portando le persone da una sponda all'altra, senza bisogno di raggiungere il ponte più vicino. I traghetti, così li chiamano i veneziani, sono delle gondole sulle quali si sta in piedi e che collegano le due rive del Canal Grande. Il costo del biglietto per il traghetto veneziano è di 50 centesimi. Questo mezzo è molto usato dagli abitanti della città e può essere provato dal turista per vivere un momento da vero cittadino lagunare. Gli orari (dal 16 giugno e per il periodo estivo) e i punti di partenza dei traghetti sono i seguenti:

Muoversi a Venezia con i taxi d'acqua

Se si ha esigenza do muoversi in fretta sulle acque della laguna, proprio come sulla terraferma può essere noleggiato un Taxi, imbarcazione riconoscibile dal numero di licenza impresso su una banda gialla, posta all'altezza del finestrino.

Un giro in gondola a Venezia

Sogno romantico di milioni di persone, il giro in gondola è uno dei modi preferiti per allegerire la tasca dei turisti in visita a Venezia. Ovviamente il giro in gondola è il mezzo ideale per chi vuole davvero assaporare il gusto romantico di Venezia e dei suoi canali, magari al calar del sole o di notte. La cifra da pagare si può contrattare con il gondoliere, ma difficilmente si riesce a scendere sotto gli 80 € per 30 minuti. La gondola è singolare mezzo di locomozione ha una storia antica, praticamente fusa con quella della città. Nata come imbarcazione di lusso per gente alto rango per spostarsi da una parte all'altra città, la gondola permetteva anche di godere di una certa intimità, magari per operazioni che non dovevano godere della luce del sole. Non è sicuramente il mezzo più economico e comodo per spostarsi nella laguna, ma a giudicare dal traffico di gondole, il romanticismo e la bellezza dello spostarsi attraverso i canali su queste imbarcazioni, è un'esperienza che molti vogliono provare.

Hotel a Venezia

Per prenotare un hotel a Venezia vi consigliamo di consultare Booking.com. Circa 400 hotel a Venezia con foto, descrizioni, prezzi e commenti di chi ha già soggiornato. Vai a Booking.com

Resta in contatto
Chi siamo | Contatti | Pubblicità | Privacy | Copyright | Newsletter |

© 2005-2013 Scrittura.org
Tutti i contenuti di questo sito sono proprietà letteraria protetta dal diritto d'autore internazionale.