ViaggeroEuropaItaliaCampaniaCostiera AmalfitanaConca dei Marini

Costiera Amalfitana

Informazioni essenziali
Paesi della Costiera

Conca dei Marini, Costiera Amalfitana

Il borgo amato dai Vip

Conca dei Marini è un incantevole borgo marinaro, ma anche un luogo elitario, dove non molto tempo fa, si raggruppavano le ville dei più importanti Vip della scena internazionale come quella degli Agnelli, dei Moet et Chandon e di Sofia Loren, tanto per citarne qualcuno. Innamorarsi di questo piccolo gioiello che appartiene al grande tesoro della Costiera Amalfitana è fin troppo semplice, come dimostrano le migliaia di turisti che arrivano qui ogni anno.

La grotta dello smeraldo: l'incanto dei colori del mare

La grotta dello smeraldo è un luogo incantevole, in cui la natura pare aver concentrato tutti i suoi colori più spettacolari per sorprendere e catturare lo sguardo del turista. La grotta dello smeraldo è un'insenatura della costa, raggiungibile con una barca a remi, all'interno della quale il mare ha tonalità di colore sorprendenti e bellissime. L'arcobaleno sembra essere nato in questa grotta: dal turchese, al blu cobalto, dall'azzurro intenso al verde smeraldo, il mare all'interno della grotta cambia colore ogni pochi metri, ed è impossibile non farsi rapire dalle bellezze cromatiche e dai simpatici racconti dei barcaioli. Le particolari forme geometriche dei resti calcarei che sedimentano qui da millenni, hanno preso sembianze di animali, sirene e personaggi fantastici. Come spiega il barcaiolo durante il tragitto, quando si arriva nelle vicinanze di un particolare spuntone, ognuno ci vede quel che vuole.

Ed è così che l'ombra che si staglia sulla parete quando lo spuntone viene illuminato, somiglia molto a Garibaldi a cavallo, quando a bordo ci sono turisti italiani, a Napoleone quando ci sono i francesi e a Washington quando ci sono americani. Si resta incantanti dalla bellezza dell'anfratto che, grazie ai giochi che la natura ha qui realizzato, lascia senza parole. Altra particolarità della Grotta dello Smeraldo, è il Presepe della grotta: le statue rappresentanti la natività sono poste sul fondo marino, e la lucentezza dell'acqua conferisce a questa installazione un'incantevole bellezza.

La Grotta è raggiungibile via mare, con il battello che da Amalfi arriva al Molo Pennello, attivo dalle 9.30 alle 16.00 al prezzo di € 10. Via terra, invece, percorrendo l'"Amalfitana", si trovano le scale e l'ascensore che portano al molo. L'ingresso alla Grotta dello Smeraldo è di € 5 a persona

Monumenti di Conca dei Marini

Conca non merita di essere esplorata e visitata solo per le sue bellezze naturali ma anche per il suo interessante patrimonio architettonico. Il Convento di Santa Rosa è una meravigliosa struttura che risale al 1539 donata al Comune di Conca dei Marini dall'allora arcivescovo di Amalfi. Fu tra le mura di questo convento che nacque la rinomata Sfogliatella Santa Rosa, conosciuta in tutto il mondo. Attualmente è chiusa al pubblico ma la sua maestosità regala splendore e bellezza a tutto il paesaggio di Conca.

La chiesa di Sant'Antonio di Padova, dal meraviglioso campanile maiolicato, fu restaurata nel 1909 e al suo interno custodisce un' interessante acquasantiera in marmo e i pavimenti in maiolica. L'interno si contraddistingue per le sue absidi piatte e una volta a crociera. Infine sulla penisoletta della marina, Capo di Conca, è possibile apprezzare la Torre Costiera, detta anche Torre Bianca, che un tempo era un cimitero e definita per questo la "Torre del silenzio". Si racconta che un giorno davanti a questa vecchia struttura saracena, gli abitanti di Conca scorsero due turiste americane che pregavano inginocchiate. Quando fu chiesto loro cosa stessero facendo, risposero che pregavano di poter morire in quel posto poiché era il più bello esistente sulla faccia della terra. Attualmente la torre accoglie e al suo interno il Museo del Mare e dell'Arte Marinara.

Sapori antichi a Conca dei Marini

La specialità caratteristica di Conca è senz'altro la sfogliatella Santa Rosa, con una storia antica alle spalle. Intorno al 1681, all'interno del Monastero di Santa Rosa, le monache di clausura, tra le varie opere di beneficenza a cui si dedicavano, avevano l'abitudine, nei giorni di festa, di distribuire il pane ai meno privilegiati attraverso la "ruota". Proprio con l'avanzo di un impasto per il pane venne realizzata la prima sfogliatella, dolce succulento costituito da diversi e sottili sfoglie sovrapposte, confezionato a forma di conchiglia o cappuccio, con un ripieno di crema e pezzetti di frutta, che le monache raccoglievano nel ricco giardino del convento. Un dolce che vi parlerà del passato pur essendo straordinariamente attuale. Inoltre tra i piatti più caratteristici vi segnaliamo le pennette al pomodoro "piennolo", il coniglio alla foglia di limone, la parmigiana di melanzane e zucchini e, per pochi eletti, l'ortica di mare che si può gustare solo da giungo a settembre, ovvero quando le condizioni del mare ne consentono la pesca.

Sagra della sfogliatella

Nel mese di Agosto a Conca dei Marini potrete partecipare alla stuzzicante Sagra della sfogliatella Santa Rosa, che rappresenterà l'apice della gusto per il vostro palato, dopo aver assaporato una deliziosa cena in uno dei caratteristici ristoranti della zona.

Come arrivare a Conca dei Marini

Conca dei Marini si trova lungo la statale che unisce tutti i paesi della Costiera Amalfitana. Per informazioni su come arrivare e muoversi in Costiera Amalfitana leggete la nostre pagine Come arrivare in Costiera Amalfitana e Come muoversi in Costiera Amalfitana.

Hotel ad Amalfi

Per prenotare un hotel in Costiera Amalfitana vi consigliamo di consultare Booking.com.
Circa 150 hotel in Costiera Amalfitana con foto, descrizioni prezzi e commenti di chi ha già soggiornato.
Vai a Booking.com

Resta in contatto
Chi siamo | Contatti | Pubblicità | Privacy | Copyright | Newsletter |

© 2005-2013 Scrittura.org
Tutti i contenuti di questo sito sono proprietà letteraria protetta dal diritto d'autore internazionale.