ViaggeroEuropaBelgioBruxellesBruges-Dintorni di Bruxelles

Bruxelles

Informazioni essenziali
Arrivare e muoversi
Cosa visitare a Bruxelles

Bruges

A pochi chilometri da Bruxelles, un romantico museo a cielo aperto

Bruges è una bellissima città del Belgio che si trova a pochi chilometri da Bruxelles. Il fascino di Bruges viene dall'aver conservato perfettamente il suo splendido aspetto di borgo medioevale.

La cittadina a pianta ovale è circondata da un fossato e da una cinta muraria lungo la quale si aprono quattro porte (Kruispoort, Gentpoort, Smedenpoort e Ezelpoort) che ne cosentono l'accesso. Il prestigioso centro storico con i nobili palazzi, le case della ricca borghesia mercantile e le chiese antiche, è stato proclamato nel 2000 Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

bruges
I canali di Bruges di notte. Foto di Williamsdb.

Interamente percorsa da pittoreschi canali sormontati da ponticelli in pietra (non a caso è stata definita la Venezia del Nord) e da suggestive stradine lastricate a ciottoli su cui si affacciano belle architetture medioevali, Bruges affascina il visitatore con la sua atmosfera magica. La città è un piccolo scrigno di tesori, testimonianze di un passato glorioso di potenza economica e di culla delle arti. Un'oasi di pace, un luogo incantato, soprattutto con le luci della sera, tutto da scoprire: a piedi ma anche in bici visto che le sue dimensioni lo permettono o, in alternativa, i più romantici possono decidere di visitarla in carrozzella mentre chi vuole vederla da una prospettiva diversa può scegliere un giro in battello.

Il Markt e il Burg, cuore medievale di Bruges

Il cuore della città è rappresentato dai due nuclei medioevali, il Markt e il Burg.

La centralissima piazza rettangolare del Markt è incorniciata dalle belle case in mattoncini rossi chiamate Bouchoutehuis, dall'imponente Craenenburg, antica prigione per l'imperatore Massimiliano d'Austria, dal Palazzo della Provincia (Landhuis) in stile neogotico e dalle splendide facciate delle case delle Corporazioni dei lavoratori. Al centro della Grote Markt si trova il monumento a Jan de Brejdel e a Pieter de Coninck, eroi della resistenza anti-francese. Domina la piazza il Belfort (Torre civica) risalente al XIII secolo, una delle torri campanarie più belle del Belgio: 83 metri d'altezza ed, all'interno un carillon di 47 campane. La torre, simbolo della città di Bruges, è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO.

Percorrendo la Breidelstraat si raggiunge la piazza del Burg sulla quali si affacciano numerosi palazzi storici, come: il Palazzo di Giustizia del 1727 che oggi ospita il Museo Brugse Vrije con la bella sala degli Scabini impreziosita dal monumentale camino; la rinascimentale Cancelleria del Franc; il palazzo barocco della Prevostura, antica residenza del proposto della Cattedrale di San Donaziano andata distrutta nel 1799; lo Stadhuis (Municipio), capolavoro gotico eretto nel 1376-1420 e ritoccato nel XVI secolo con la facciata decorata di statue e bassorilievi.

La "doppia" chiesa del Sangue

Vicino al Municipio si trova la Basilica del SS. Sangue (visita: 10-11.50 e 14-15.50; merc. pomeriggio chiusa) che si compone di due chiese sovrapposte.

Sotto si trova la cappella romanica dedicata a San Basilius costruita nel XII secolo. Sopra, la Basilica vera e propria dei secoli XV-XVI, accoglie la venerata reliquia del sangue di Cristo che viene esposta ai fedeli ogni venerdì da mezzogiorno alle 14. Dalla Basilica del SS. Sangue, attraverso la suggestiva Blinde Ezelstraat (Strada dell'Asino cieco), si giunge al Vismark, un complesso architettonico costruito nel 1821 che ogni mattina (tranne il lunedì) ospita il mercato del pesce.

I canali di Bruges e il Groeninge Museum

Poco oltre si trova il Groenerei, il canale su cui si affacciano graziosi ponti ed edifici che, insieme al fotografatissimo canale Rozenhoedkaaioffre, rappresenta uno degli angoli più scenografici della città.  Camminando lungo la Dijver che costeggia il canale si incontra il Groeninge Museum, con una ricca collezione di dipinti dei Primitivi Fiamminghi. Da non perdere i capolavori "Vergine, santi e donatore" detta "Madonna del canonico van der Paele" di van Eyck e il "Giudizio Finale" di Bosch. (Visita: da mar. a dom. dalle 9.30 alle 17; costo biglietto 8 Euro, ridotto 6 Euro, da 6 a 25 anni 1 Euro, ingresso gratuito per bambini fino a 6 anni. Attenzione: il Museo resterà chiuso dal 31/1/11 al 30/5/11).

La chiesa di Michelangelo e il Memling Museum

La chiesa di Poco più avanti si trova la Chiesa di Nostra Signora, in stile gotico con il campanile di mattoni alto 122 metri. Al suo interno una bella scultura in marmo di Carrara raffigurante la Madonna con bambino attribuita a Michelangelo, anche se qualche critico d'arte ha espresso qualche dubbio sulla paternità dell'opera. Non lontano dalla Chiesa si trova il Memling Museum, ospitato nell'infermeria gotica dell'Ospedale San Giovanni, uno dei più antichi d'Europa costruito nel 1188 come ospedale per i pellegrini e i passanti che avevano bisogno di cure mediche o di assistenza religiosa prima di morire . Il Museo custodisce alcuni capolavori del pittore tedesco morto a Bruges, tra cui "Matrimonio mistico di S. Caterina", considerata l'opera più alta del maestro. (Visita: da mar. a dom. dalle 9.30 alle 17; costo biglietto 8 Euro, ridotto 6 Euro, da 6 a 25 anni 1 Euro, ingresso gratuito per bambini fino a 6 anni).

Una città nella città: il Begijnhof

Per completare il tour del centro di Bruges non si può non vistare il luogo più tranquillo di Bruges: il Begijnhof (Beghinaggio principesco della vigna) fondato nel 1245 da Margherita contessa di Fiandra. Una piccola città nella città, un insieme di casette immerse nel verde dove un tempo si ritiravano le beghine di Bruges, donne dedite ad attività caritative ed artigianali. Oggi il complesso, che fa parte del Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO, ospita un monastero di monache benedettine.

Begijnhof-Bruges
Il Begijnhof di Bruges. Foto di Wolfgang Staudt.

Un lago d'amore e di cioccolato

Poco distante dal beghinaggio si estende il romantico Minnewater, il famosissimo "lago d'amore" con i suoi cigni ed anatre, una vera oasi di pace che dona un'atmosfera di dolcezza a tutta la città. A proposito di dolcezza, i più golosi oltre a gustare praline e altre specialità in vendita nei numerosissimi negozi di cioccolato disseminati in città, potranno visitare il Museo del Cioccolato, il Choco-story, per una gustosa immersione nel mondo e nella storia del cacao e de cioccolato. (Visita: dal lun. alla dom. dalle 10 alle 17; costo biglietto: 6 Euro, ridotto 4 e 5 Euro, ingresso gratuito per bambini fino a 6 anni).  

Hotel a Bruges

Per prenotare un Hotel a Bruges vi consigliamo di consultare Booking.com. Circa 120 Hotel a Bruges con foto, prezzi, servizi, descrizioni dettagliate e i commenti di chi ha già soggiornato.
Vai a Booking.com

Resta in contatto
Home | Chi siamo | Contatti | Pubblicità | Privacy | Copyright | Newsletter |

© 2005-2013 Scrittura.org
Tutti i contenuti di questo sito sono proprietà letteraria protetta dal diritto d'autore internazionale.